3 Giugno 2021
Decreto Legge Sostegni-Bis – Lavoro

Il così detto Decreto Sostegni BIS appena pubblicato in Gazzetta Ufficiale - Decreto Legge 25/05/2021 n. 73 - dispone tutta una serie di misure a favore di Imprese e Cittadini per fronteggiare l’emergenza economica e sociale determinata dal Covid-19.

Di seguito vengono illustrate le principali misure di interesse per il Settore Agricolo

Art. 70 Esonero contributivo a favore delle filiere agricole appartenenti ai settori agrituristico e vitivinicolo

L’esonero contributivo spetta per il mese di febbraio 2021 alle imprese che operano nel settori agrituristico e vitivinicolo individuati dalla Tabella E allegata al DL Sostegni-Bis:

L’esonero riguarda in particolare:

a) I Datori di lavoro agricoli per i contributi riferiti ai propri dipendenti per la parte a carico dell’azienda (quota Inail esclusa) – LAS in scadenza il 16/09/2021.
b) I Coltivatori Diretti e gli Imprenditori Agricoli Professionali – LAA in scadenza il 16/07/2021.

Per la concreta applicazione dello sgravio occorrerà attendere apposita Circolare INPS


Art. 69 Indennità per i lavoratori del settore agricolo e della pesca

Agli operai agricoli a tempo determinato (OTD) che, nel 2020, hanno effettuato almeno 50 giornate effettive di attività di lavoro agricolo, è riconosciuta un’indennità una tantum pari a 800,00 euro a condizione che non risultino al momento della presentazione dell’istanza titolari di un contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato né titolari di pensione. Analoga indennità è riconosciuta anche a favore dei lavoratori della pesca.

La domanda per l’indennità dovrà essere presentata all'INPS entro il 30 giugno 2021.

In attesa che l’INPS predisponga la procedura informatica necessaria per la presentazione delle domande

Gli Uffici Epaca Coldiretti sono a disposizione per l’inoltro delle domande


Art. 40 abrogazione del divieto di Licenziamento

E’ disposto un graduale superamento delle norme introdotte dal DL Cura Italia che dal 17/03/2020 hanno sospeso la possibilità di effettuare licenziamenti per “giustificato motivo oggettivo” e “licenziamenti collettivi”.
A partire dal 1° luglio 2021, le aziende che non avranno più necessità di ricorrere agli ammortizzatori Covid-19 (CISOA e Cassa integrazione in Deroga) non saranno più soggette al divieto di licenziamento.
Mentre per le aziende che attiveranno CISOA o Cassa Integrazione in Deroga, il divieto di licenziamento permane fino al 31/10/2021.

I NOSTRI UFFICI SONO A DISPOSIZIONE PER OGNI EVENTUALE CHIARIMENTO

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi