8 Aprile 2020
Gli agriturismi di Campagna Amica

CHI SIAMO
Gli agriturismi sono innanzitutto aziende agricole, che grazie alla possibilità data dalla normativa e soprattutto grazie alla volontà di aprire le porte delle aziende agricole, hanno iniziato a fare ospitalità e ristorazione, naturalmente cucinando, e trasformando prevalentemente i prodotti aziendali e delle aziende agricole vicine. Non dimentichiamoci della legge di Orientamento fortemente voluta da Coldiretti che ha consentito alle aziende agricole di trasformare e vendere direttamente le produzioni aziendali

I NUMERI
In Italia il settore agrituristico rappresenta 23 mila azienda diffuse su tutto il territorio nazionale con con 253mila posti letto, circa 442mila coperti per la ristorazione e 13 milioni di presenze stimate nell’ultimo anno. Un valore economico di 1,39 miliardi. Una crescita del 30% dal 2007. 
In alcune regioni italiane il turismo straniero raggiunge il 60% delle presenze negli agriturismi.
Un altro dato significativo è che il 60% delle aziende agrituristiche si trova nelle aree interne e in zone collinari, pertanto svolge un importante ruolo sociale di tutela ambientale e di presidio del territorio. Oltre naturalmente al mantenimento della cultura contadina, della tradizione rurale e della saggezza contadina.

LE NOSTRE ATTIVITA’
Gli agriturismi oltre alla attività di ristorazione e alloggio, negli ultimi anni hanno interpretato le richieste di un  mercato sempre più alla ricerca di turismo esperienziale e di attività: dalle esperienze tra gli animali per i più piccoli, fino alle escursioni e alle attività sportive per gli adulti, ma anche scuole di cucina e laboratori artigianali: la cucina, l’arte dell’intaglio, dell’intreccio o della creazione di bomboniere per es.
Con l'emergenza COVID-19 gli agriturismi, prima di altri, hanno risentito pesantemente di questa crisi.
La stagione è completamente compromessa.
La stagione per i nostri agriturismi si apre con la primavera, dove la nostra campagna rifiorisce.
Si apre con le nostre fattorie didattiche che ospitano le scolaresche, con le cerimonie legate a comunioni, cresime e matrimoni. Si apre con le gite fuori porta, con le passeggiate a cavallo, con i pic nic, fino alle escursioni al mare e in montagna, o alle esperienze in fattoria per partecipare alle attività dell’azienda
 
IL DECRETO CURA ITALIA
Gli agriturismi sono innanzitutto aziende agricole, Pertanto le misure del decreto Cura Italia dedicate all’agricoltura sono applicabili anche agli agriturismi. Una misura importante fra tutte è sicuramente la cassa integrazione in deroga che rappresenta un aiuto per i nostri collaboratori. Oppure la sospensione dei versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali. Ma non sono sicuramente sufficienti per aiutarci ad andare avanti. Abbiamo bisogno in tempi brevi di sostegni economici

CHE COSA STIAMO FACENDO
quello che ci riesce meglio: valorizzare il made in Italy: Coldiretti ha lanciato una grande campagna #MANGIAITALIANO per promuovere i nostri prodotti e ricordare che i nostri agricoltori sono coloro che non si fermano e che ci consentono ogni giorno di mangiare.
E gli agriturismi, hanno continuato a cucinare per consegnare i pasti a domicilio, per offrire agli italiani, magari alle fasce più deboli, a chi è solo, la migliore cucina contadina.
Vogliamo che gli italiani restino in casa. Ai loro pranzi della festa ci pensiamo noi. Così come alle feste pasquali.

Così come abbiamo avviato in tutti i mercati di Campagna Amica, la consegna a domicilio della spesa, affinchè la freschezza e la stagionalità dei nostri prodotti resti sempre presente

Inoltre per far compagnia agli italiani che in questo periodo sono tornati ai fornelli abbiamo lanciato una serie di tutorial per cucinare insieme i piatti della tradizione.

Tutte le nostre iniziative sono sul sito di Campagna Amica.

IL FUTURO. PER RIPARTIRE
Che cosa chiediamo per ripartire.
Una misura sicuramente significativa sarebbe l’abolizione della tassa di soggiorno.
Tutti insieme dobbiamo rilanciare il turismo e abolire la tassa di soggiorno da parte degli enti locali sarà fondamentale.

Una altra azione indispensabile di cui abbiamo assoluta necessità è la semplificazione burocratica. Per rilanciare il turismo, ritrovare la fiducia e ridare fiducia ai nostri clienti e turisti dovremo fare grandi azioni di coinvolgimento nei loro confronti, aprendo nuove modalità di interpretazione del nostro ruolo, ridare credibilità al nostro turismo. Una agricoltura sempre più esperienza da vivere

Chiediamo, inoltre una importante campagna di comunicazione a favore del made in Italy e del turismo. Sicuramente sarà fondamentale una importante azione per far tornare i turisti stranieri, ma altrettanto fondamentale verso il turismo nazionale. Non dimentichiamoci che gli altri Paesi sono in ritardo di circa un paio di mesi, rispetto all’emergenza Coronavirus, pertanto il primo nostro obiettivo dovrà essere quello di far riscoprire agli italiani, il proprio Paese. Dobbiamo far tornare gli italiani in Italia. E nessuno più degli agricoltori può mostrare il volto più bello del nostro Paese, fatto di tipicità, di piccoli borghi, di campanili, di tradizioni, di esperienze, di cucina, di cultura, di biodiversità.. di radici e di storia. Questa crisi ci ha fatto scoprire i valori più schietti e realisti, così come vera e reale è la campagna.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi